NONNI SCIOCCHI


La scorsa settimana è stata una full immersion con i nipotini, ammalato lo Scoiattolino dal lunedì, febbre per il Polipetto giovedì e venerdì.

Pausa ricambio nonni il martedì, in cui si è curato l’imbottigliamento di una grossa damigiana di Bianco Ortrugo piacentino per il figlio milanese.

Una settimana passata a giocare con i piccoli ammalati, con pazienza e faticoso divertimento e nonno Talpone non la trova affatto sprecata.

L’altro giorno una cognata in una sua telefonata aveva sbrigativamente commentato: “ Ai miei nipoti ci pensi mio figlio, sai cosa si dice a Roma ? Trulli, trulli, chi fa i bambini se li trastulli !”

Altri parenti e conoscenti della nostra età continuano ad affermare decisamente che, anche se sono diventati nonni, loro devono godersi la vita, che hanno lavorato sempre e ora non vogliono più problemi.

Questione di opinioni, di sensibilità personale, anche di capacità naturale di rapportarsi con i bambini.

Non bisogna certo giudicare sbrigativamente gli altri, però per esperienza si può affermare che prima o poi ognuno riceve quello che ha dato, se poi non accadrà così, pazienza, quello che si ha donato per amore non va mai rinfacciato.

Certo che quando quei musetti dolci ci accolgono al nostro arrivo con gridolini e occhi brillanti, con la loro infantile gioia, noi siamo già stati ripagati oltre ogni misura.

Senza esagerare, come molti altri anziani, Talpone può tranquillamente affermare che essere nonni è una fantastica esperienza che prima non si sarebbe mai riusciti ad immaginare.

Sarà forse un sempliciotto, un “ eterno bambinone “ come lo chiama amorevolmente sua sorella, ma il mio amico nonno Talpone trova che la compagnia dei bambini è una gioia che rende più sopportabili tanti problemi dovuti all’età, che è una ricompensa addirittura immeritata, che ogni giorno futuro sarà un regalo bellissimo.

Magari per questo qualcuno potrà dire che è uno sciocco, ma questo è il miglior complimento che lui potrebbe ricevere.

Annunci

4 pensieri riguardo “NONNI SCIOCCHI

  1. Ahime’. Ho sentito tante volte i miei lamentarsi del peso di accudere le mie nipotine che, da quando sono diventata mamma, doso con il contagocce gli interventi loro e dei miei suoceri. Mi ammazzo, faccio i salti mortali, pago la tata, nell’assurda speranza di evitare i loro “rinfaccini”, che sono tra le cose più umilianti al mondo.
    Sono felice però che tu la viva diversamente.

  2. Anche noi stiamo come te !!! Due nipotini da accudire quasi giornalmente e anche un cane!!!se non ci fossero ,non sarebbe bello questo momento della nostra esistenza…i bambini sono la gioia pura…e anche i cani!!!peccato la lontananza,altrimenti facevamo giocare i nipotini insieme!!

  3. Ognuno trova la felicita dove la cerca. Chi nella famiglia chi nella carriera o nei soldi o nei viaggi.
    Basta essere felici e nn guastare la felicita degli altri.
    Se nn altro nonno talpone sarà pure un eterno bambinone, ma sicuramente uno sciocco no.
    Visto che porta così tanta felicita agli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...