Sogni ripetuti


” Toh, oggi è domenica!

Ma era l’altro giorno domenica, è mai possibile?”

Questo è un tipico pensiero demenziale di nonno Talpone in questi tempi.

Giornate ripetute sempre uguali, ci si sveglia tardi la mattina e tutto si srotola identica, come una sequenza ripetuta in continuazione.

Soliti gesti, solite stanze, vita a tre, tollerabile e affettuosa.

” Caro, guarda che oggi è lunedì ! – afferma con decisione la moglie.

“Possibile? Che tempi ! – bofonchia poco convinto nonno Talpone – Dunque quale libro stavo leggendo?

Ritorniamo agli schiavi dell’antica Roma di Trimalcione, il ‘700 di Moll Flanders o l’ospedale tra le montagne di Castorp?”

La moglie però gli suggerisce con tono perentorio che oggi bisogna passare l’aspirapolvere in tutte le stanze di casa.

Nonno Talpone e il gatto si rassegnano, lui a rollare lo spazzolone, l’altro a fuggire dal nostro ruggente.

Quando avrà finito sarà l’ora del pranzo, poi il libro in poltrona a dormire.

Ed è subito sera, come diceva il poeta.

La cena, il bicchiere della staffa per scacciare la melanconia e a tarda notte tutti a letto con i nostri sogni di evasione.

Un pensiero riguardo “Sogni ripetuti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.